Read me in

Suaedade

Che mi piaccia far la spesa ai farmers market, credo oramai lo sappiano anche i muri.
Quel che non tutti sanno, però, è il motivo intrinseco per cui mi piace così tanto.
Mi piace scambiare chiacchiere, e sorrisi.
Mi piace quell’atmosfera ‘terrosa’ e genuina che vi si respira.
Mi piacciono le sportine di tela dalle quali fan capolino ciuffi di carote e lunghi porri.
Mi piacciono gli sguardi perplessi delle vecchiottine accanto quando tento di spiegare cosa ne farò di questa o quell’altra verdura, frutta, aroma.
Mi piace quando gli si illuminano gli occhi perchè han finalmente trovato chi non si tira indietro all’assaggio indiscriminato, raw o processed che sia (è lo chef Rubio che è in me, lo so).

E, soprattutto, mi piace quando -mutualmente- si intuisce sintonia, voglia di sperimentare, mente aperta e sino entusiasmo bimbino.
Così è stato con questi sea blite -suaeda tecnicamente- o seepweed che dir si voglia: parenti strettissimi della salicornia ma un filo meno marini e più erbacei.
Un miracolo che a casa ne sia arrivato almeno metà sacchetto: abbiam preso a sgranocchiarla come fossero patatine, salatine e salutari.
Chi per questi lidi va, questi tipi prende, portate pazienza.

Insalata di sea blite e ravanelli, x 2
– 120g sea blite
– una manciata di ravanelli
– succo e buccia grattugiata di ½ limone
– pepe nero macinato fresco
– olio evo qb

Eliminare le estremità, ed eventuali gambi coriacei, della sea blite, quindi lavarla velocemente sotto un getto d’acqua fresca corrente. Tamponare l’eccesso d’acqua con della carta assorbente.
Mondare ed affettare sottilmente i ravanelli.
Spezzettare la sea blite e condirla con il succo e la buccia di limone, regolare di sale e pepe, aggiungervi i ravanelli e cospargere generosamente di olio evo delicato.
Gustare a temperatura ambiente o anche appena appena raffreddata.

2 comments to Suaedade

  • Anche a me piace molto il tuo andar per farmer markets a trovare stranezze!

    (PS: erano tue le rape rosse striate, vero? qualche giorno fa una tizia nel mondo le ha ripinnate, con la didascalia “So, they really exist!!!”) :-D

  • Ma che invitanti! Ecco, io queste non le ho mai viste, neanche nei mercati qui dove peraltro ho trovato robe a me prima totalmente sconosciute (tipo il fleur d’ail?! C’e’ da voi?). Le cerchero’. Ah, se le cerchero’.

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>