Read me in

La piena del pho

phocilantro
Se c’è una cosa che mi lascia perplessa -ed a volte anche un filo intristita, ammetto- è la malsana idea che si possano cucinare anche piatti che non appartengano alla propria tradizione spacciando poi gli stessi quali originali.

Ora, considerando che spesso -per rimanere su terreni conosciuti, mica altro- persino gli italiani cucinano ‘italiano’ in maniera piuttosto creativa e neanche troppo aderente le tradizioni (che va bene eh, basta dirselo e all’occorrenza anche dirlo), quando la voglia di pho si è irrimediabilmente impossessata di noi, m’è preso come un timore reverenziale da ‘cosa ne so io della cucina vietnamita e di come mangiano i vietnamiti?’ e ci sono andata cauta anzichè no.

Il pho altro non è che un brodo, generalmente manzo o pollo ma qui il brodo di pollo viene evitato come la bubbonica (per odore, sapore e consistenza. Più una carrettata di momenti che evoca e che non sempre piace richiamare alla mente), al quale vengono poi aggiunte le carni medesime di cui sopra, manzo o pollo per l’appunto, e spaghetti di riso o soba che siano.

Scartata dunque per ovvie convinzioni l’opzione pollo, sarebbe rimasto agevolmente il manzo. 
Ma carne su questi schermi è oramai avvenimento più unico per raro. Per scelta, per gusto, persino abitudine, consolidata ma tant’è.

E allora si è andati di pseudo pho vegetale, con quel che ci s’aveva in casa, nel frigo ed in dispensa e sembrava potesse ispirare e  creare un’armonia di sapori  comunque niente male.
Ma è stato un brodino pho pseudo, appunto, non quello classico e men che meno l’originale che a dirla tutta non abbiam mai provato.
Ci è sembrato fosse più onesto così.
Ma buonissimo. E sano e senza grassi aggiunti, che male non fa altro che.

E doveste decidere di rifarlo, ditemi poi se non sembra anche a voi riesca ad evocare istantaneamente quell’odore speziatissimo e confortante dello shop etnico sotto casa.
sobapho

Rivisitazione d’un pho, x 4

- 2lt acqua

- 2 cipolle medie

- buccia di un limone piccolo

- 5 bacche di cardamomo nero

- 2 bacche d’anice stellato

- 3 chiodi di garofano

- 1 fetta d’arancia essiccata

- 1 cucchiaino pepe nero in grani

- 2 bacche di pepe lungo del Bengala

- 1 stecca di cannella

- 40g zenzero fresco

- 2 carote medie

- 1 costa di sedano

- coriandolo fresco

- 200g salmone

- 300g gamberetti

- 150g cavolini di Bruxelles

- 150g Tenderstem broccoli

- 150g piselli mangiatutto

- 150g soba somen

Preparare il brodo: pelare e tagliare in fette le cipolle, le carote ed il sedano e lavare ed affettare lo zenzero senza eliminarne la buccia; aggiungere le bacche ed il resto degli aromi all’acqua, regolare di sale e lasciar  sobollire il tutto in una capiente pentola, con coperchio, per un paio d’ore.

Nel mentre, preparare la soba come da istruzioni sulla confezione (qui ci se ne aveva di bio, 50% grano saraceno ed il restante farina, 3 minuti dal bollore; poi risciacquati velocemente sotto un getto d’acqua fredda corrente, scolati ben bene e tenuta da parte).

Mondare le verdure dividendo a metà quelle più grosse e tagliare il pesce in pezzi.

A cottura ultimata, spegnere il fornello, filtrare il brodo ed aggiungervi verdure e pesce; coprire con coperchio e lasciar riposare 5 minuti.

Disporre la soba nelle ciotole e versarvi sopra il brodo ben caldo, completando con del coriandolo fresco spezzettato a mano.

vegpho

8 comments to La piena del pho

  • Solo a leggere gli ingredienti so che mi piacerà.
    E non phoco :D
    E W la libertà, almeno dentro al proprio piatto!

  • Genny G.

    cioè in pratica dici che puzza un po’ di indiano misto a cinese:D?
    io , lo sai, non son d’accordo per niente sulla linea integralista, ma già lo sai..:D però questo brodino qui mi ispira pi del miso e credo che lo preparerò presto

  • Dorina

    Ma sai che i soba non li ho mai mangiati? Devo rimediare ;)

  • pure io ho preparato il pseudo pho, di recente :) e pseudo per le stesse ragioni. E mi è sembrato buono e giusto pure a me, ma ti dirò, nulla come quello che ho mangiato a Place d’Italie, e vabbè…non ci stavo provando abbastanza!

  • soba eh? va beh pho a parte fai delle foto che mi viene voglia di vedere la faccia che appartiene a quelle mani e mangiare assittata con voi, ma tu che faccia hai?
    mah…
    :* e va beh
    sempre ti lovvo molto più di un pho
    :*
    Cla

  • La mia ignoranza in tema di cucine estere è vergognosamente incolmabile: mai sentita nominare questa zuppa. Mai! E condivido i tuoi piedi di piombo nell’approcciare tali lontane culture alimentari; eppure la cucina è anche questo: contaminazione e trasformazione. Leggendo l’elenco ingredienti pare quasi di snasare quei profumi penetranti e caldi che fanno tanto oriente :)

  • Fulvia

    Se non l’avete mai provato…vi consiglio Pho in Angel… phocafe.co.uk :)

  • Giovanna Hoang

    Originale questa versione contaminata di pho.

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>